Alfa Romeo Duetto "Osso di seppia".

duetto laureatoNel 1966 venne lanciata la "Alfa Romeo Giulia Spider Duetto" , dotata del motore 1600 della Alfa Romeo Giulia Sprint GT nella più potente versione "Veloce" . La forma, come la casa si affrettò a precisare, richiama un osso di seppia , ovvero la conchiglia del mollusco cefalopode , in virtù del frontale e dalla coda arrotondati, raccordati dalle fiancate convesse, con linea di cintura piuttosto bassa. La coda, rastremata trasversalmente e longitudinalmente, segue i dettami della più classica tipologia boat-tail . Per la meccanica venne adottato il nuovo autotelaio della " Giulia ", accorciandone il passo a 2.250 mm . Nel maggio 1966 tre esemplari furono imbarcati sulla nave Raffaello per la presentazione negli Stati Uniti . La Spider diventa una "star" del cinema con il film Il laureato del 1967 , con Anne Bancroft e Dustin Hoffman . Nella versione USA le calotte in plexiglas furono sostituite da un faro che aveva la bordatura cromata. Tra il 1966 ed il 1968 l'unica versione, nata per essere una vettura di segmento medio-alto, era la Giulia Spider Duetto "Serie 105.03" e definito "Serie 105.05" nelle versioni con guida a destra. Dotata del motore sigla "AR 00536" il classico 4 cilindri bilabero da 1.570 cm³ in lega leggera da 109 CV dotato di due carburatori doppiocorpo Weber da 40, potente ed elastico già montato dal 1965 sulla "Giulia Sprint GT 1600 Veloce". Nel gennaio del 1968 per seguire le tendenze di aumento prestazionale delle vetture di tutta la "gamma" Alfa Romeo , alla già brillante 1600 fu affiancata la versione definita " 1750 Spider Veloce" che montava il motore più potente ed elastico sigla "AR 00548" della serie 1750 (1.779 cm³) che sviluppava 114 CV ma il peso della carrozzeria fu portato da 990 kg a 1040 kg. duettoQuesta divenne la nuova versione di punta. Nel giugno 1968 al fine di poter offrire una "Duetto" ad un prezzo più economico, si affianca nella produzione anche una versione più piccola definita "Giulia Spider 1300 Junior" che si distingueva esteticamente per l'assenza delle calotte ai fari anteriori, per i deflettori fissi e per una diversa posizione delle gemme laterali delle frecce. Il motore era lo stesso delle "Giulia Super 1300" e delle "1300 GT Junior" serie "AR 00530"" con cilindrata di 1290 cm³ che sviluppava 89 cv. Nel dicembre del 1968 la spider 1600 nata come modello di punta, ed ormai superato dalla nuova versione più potente dotata del motore 1750, venne messa fuori produzione. Rimasero in produzione la "1750 Spider Veloce" e la più piccola ed economica "Spider 1300 Junior" . Come per le coetanee versioni coupé , l' Alfa Romeo definiva "Giulia" tutte le versioni con motore 1600 e 1300 sia coupé che spider. Quindi i nomi corretti sono "Giulia 1600 Spider Duetto" , "Giulia Spider 1300 Junior" e "1750 Spider Veloce" .

Sponsor

Sponsor

Sponsor

Sponsor